10 February 2015

La mia Chalk Paint Casalinga in più versioni

Forse sono talmente faidatedipendente che devo faredame anche le pitture per il faidate.

Primer Chalk

Il metodo che sto usando mi soddisfa (ve ne ho parlato nella PRIMA PARTE di questa rubrica. Non è che cementite colorata) la pittura aggrappa bene (è un primer colorato, quindi non necessita di fondo.. a meno che non si vada a pitturare superfici particolarmente difficili come il laminato, in quel caso è bene stendere prima dell'aggrappante) e resiste anche ai peggiori urti (con due bimbi in casa sotto i 3 anni è testata alla grande). Ma attenzione ad acquistare un buon primer gessoso!

Questa sedia trovata ai cassonetti l'ho realizzata con la chalk paint casalinga fatta così. 

Restauro di una sedia da giardino


Era messa piuttosto male, la seduta in paglia di Vienna completamente rotta.
L'ho ripulita ed ho tolto via ciò che rimaneva della paglia. Ho tagliato un pezzo di multistrato tondo con la Moto Saw della Dremel, l'ho incollato e incastrato nella cornice della seduta.
Poi ho realizzato un cuscino un po' particolare e impreziosito col bellissimo bottone acquistato a Natale al Poggio.

E' un metodo con cui si possono realizzare dei bei colori ma, come vi dicevo nel vecchio post, nel caso si cerchi un colore particolare la comodità di faro realizzare col tintometro non ha eguali.. questo mi ha spinta a dare avvio a nuove sperimentazioni.

Chalk Paint (con idropittura murale)

Avendo sentito che qualcuno ne parlava, quest'estate ho provato per la prima volta a pitturare un mobile in legno con l'idropittura murale. Ho sentito che c'è chi vi aggiunge gesso di bologna ma credo sia necessario solo se la pittura è troppo liquida. Quella che avevo io mi sembrava della consistenza giusta, bella gessosa e l'ho stesa senza primer. Grande sbaglio l'esperimento è miseramente fallito.
Appena ci prendevo contro la pittura si scrostava, eppure essendo scettica c'avevo dato parecchio di carta vetrata... :(
Ma non ho comunque mollato perché le pitture murali si trovano a buon prezzo ed è realizzabile qualsiasi colorazione con tintometro nei colorifici.
Così ho scartato tutto nuovamente (non è stato difficile.. dovrebbe esserlo) ho usato un primer (cementite, fondo o aggrappante dipende dal supporto, a meno che non si tratti di legno GREZZO io lo reputo estremamente necessario) e poi usato nuovamente la stessa pittura e rifinito con cera neutra. 

Restauro di un comodino

E' andata decisamente meglio. Non salterò mai più lo step primer!!  
Sento parlare di pitture miracolose che fanno risparmiare il tempo della stesura del fondo o della scartata del supporto.. Personalmente credo che si possa evitare il primer solo su supporti in legno GREZZO o colorando direttamente il primer. Quanto a scartare.. credo sia comunque sempre necessario.
Per una buona riuscita ci vuole tempo e.. olio di gomito!! Non credo a nessuna magia.

Un buon lavoro non lo si giudica dopo la pittura, ma nel tempo.

Chalk Paint (con smalto)

Esperimento parte II: Ho provato ad acquistare un buon smalto all'acqua colorato a tinto-metro.
Ho aggiunto gesso di bologna (circa 2 bicchieri).
Anche questo esperimento è riuscitissimo, ottima resistenza ma un po' più cara dell'idropittura.
Dipingerò così la mia futura cucina, non so se ve l'ho detto ma ho deciso di realizzarla da sola.. si, avete capito bene e ve ne parlerò prossimamente! Stay tuned!
Io aggiungo gesso di bologna allo smalto perché odio gli smalti senza questa correzione sono troppo gommosi e si shabbano con scarso risultato. Il gesso di bologna gli conferisce una buona gessosità senza perdere le proprietà dell'ottima presa, resistenza e protezione dello smalto. Sicuramente migliori dell'idropittura.

Forse prima o poi proverò anche la Chalk Paint di Annie Sloan ma mi piace troppo fare intrugli..
E quasi dimenticavo! Queste pitture si chiamano Chalk Paint (pitture lavagna) perché sono gessose e se una volta stesa la pittura NON rifinite (nè con cera, nè flatting o altro) potrete disegnarci sopra con i gessetti! Però se la vostra pittura non è abbastanza gessosa aggiungete il mitico Gesso di Bologna!
Si trova nei negozi di belle arti e in alcune mesticherie/colorifici ben forniti, si usa per l'imprimitura nel restauro di dorature o per preparare le tele.

A presto,




ETICHETTE Impasti faidate , Restyling, Wood

26 comments :

  1. E li chiami esperimenti queste meravigliose metamorfosi????
    Un bacio ♡♡♡

    ReplyDelete
  2. Io sempre e comunque chalk paint casalinga con smalto all'acqua e gesso... Fino ad ora risultati impeccabili! A me piace che al tocco rimanga ruvida quindi per i miei mobili niente cera, ma alcuni clienti li hanno voluti finiti a cera neutra, altri a cera scura... Vai, continua con gli esperimenti fai da te.... Comprarla già pronta è troppo facile! ;-)

    ReplyDelete
  3. Complimenti ottimi lavori. Il cuscino ci sta benissimo. Un saluto Sabrina.

    ReplyDelete
  4. Ottimo il recupero della sedia! Scusa la mia ignoranza, ma cosa è il gesso di Bologna??

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Hamina, il gesso di Bologna è un gesso di ottima qualità e molto raffinato che si usa nel restauro per l'imprimitura (il fondo) delle dorature unito alla colla di coniglio. Puoi trovarlo nei negozi di fornitura delle belle arti o mesticherie molto fornite. Un saluto, Silvia

      Delete
  5. Wow che risultati! Complimenti! Il bianco ha un'eleganza unica...
    Monique

    ReplyDelete
  6. Bellissimi i risultati dei tuoi restauri....la chalk paint ancora non l'ho provata penso di essere rimasta una delle poche....grazie per le info...buona giornata...kiss!
    Serena

    ReplyDelete
  7. Bellissimi entrambi i restyling. Il cuscino mi piace moltissimo.
    Bacioni
    Alessandra

    ReplyDelete
  8. uaooooo fantastico .......belli i tuoi esperimenti è una cosa che mi piace molto e prima o poi proverò anch'io ... quanto ai braccialetti macramè ci vuole sl otanta pazienza poer questi nodini .... ma noi ci siamo abituate ad aver pazienza ... vero????? solo sempre tanta passione .... bravissima .... quando ripitturo i mobili della cucina ti chiedo consiglio .... bacioni

    ReplyDelete
  9. Ciao Silvia! Ti faccio i miei complimenti più sinceri! Hai fatto rinascere stupendamente la sedia e il mobiletto! Bellissimi i colori! Un abbraccio ;)

    ReplyDelete
  10. Grazie per avermi aggiunta Silvia, il tuo blog è davvero interessante, ho letto per bene (ma credo dovrò rileggere) i tuoi post sull'acquisto della casa, dato che stiamo iniziando a cercare qualcosa da ristrutturare e il budget è limitato... Amo questi tuoi progetti, spero di diventare brava come te :)

    Maira

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Maira, ti ringrazio molto. Puoi leggere i post dal più vecchio al più recente seguendo quest'etichetta: http://www.pensierichic.com/search/label/comprare%26ristrutturare anche il nostro budget era limitato infatti abbiamo scelto una casa piccina e tutta da rimettere ma sinceramente io consiglio sempre un immobile da ristrutturare che sia già abitativo. Eviterai un sacco di grane. In bocca al lupo per la ricerca! Un saluto Silvia

      Delete
  11. Grazie dei consigli Silvia...............a presto!!!!!!!!!

    ReplyDelete
  12. Ma che cose meravigliose realizzi! La sedia è spettacolare!

    ReplyDelete
  13. Ciao Silvia,
    looks great. Love the stripes!!! Yes, chalk paint is fantastic!!! Love to work with it!
    All my best and bacio
    Elisabeth

    ReplyDelete
  14. Concordo con te: se si cerca di risparmiare tempo il risultato molto spesso ne risente.
    Bellissimi i tuoi restauri :)
    Un bacione!

    ReplyDelete
  15. Bellissimi i tuoi restauri! La sedia è stupenda, quel cuscino la rende originalissima!

    ReplyDelete
  16. Sono alle prime armi, devo fare tornare al naturale un mobiletto, quindi prima di usare la chalk paint uso il primer? E quali sono le dosi per fare la chalk paint con idropittura?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, dipende dal tipo di legno.. se dopo aver scartato sei arrivata al grezzo poi dare direttamente la chalk, altrimenti primer poi chalk. Se la fai da 1 barattolo di "buono" smalto 2 bicchieri di gesso bologna in 1 barattolo da 750ml. Se la fai dall'idropittura 1 bicchiere ma dai prima il primer (aggrappa meno dello smalto).

      Delete
  17. Ok graziee scusami ancora e dopo la chalk alcuni mi dicono la cera e altri la cementite, tu cosa consigli?

    ReplyDelete
    Replies
    1. La cementite?! O_o
      La cementite è un primer per il legno.. semmai da dare PRIMA della chalk.
      Dopo dipende dall'uso del mobile.. in genere io utilizzo cera neutra. mi piace di più l'effetto al tatto e l'odore.
      Ma anche una finitura trasparente all'acqua va bene.
      (ovviamente dò per scontato che la chalk sia del colore che vuoi)
      un saluto e buon lavoro :*

      Delete
  18. Posso chiederti la spesa per il gesso di bologna e vernice? Grazie mille

    ReplyDelete
  19. Scusate, ma per colorare la chalck Paint casalinga, vanno bene i tubetti di colore per idropittura? Grazie

    ReplyDelete

Grazie per avermi regalato un tuo pensiero ❤
{Silvia}

...............................................
Non aggiungere link o il commento verrà rimosso.
Se sei un utente Anonimo mandami una Mail col form in fondo.